Python-it.org forum # share your knowledge! ;)
Agosto 02, 2014, 04:24 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: Tutorial Django gratuito, in italiano!: http://www.python-it.org/09/09/14/tutorial-django-gratuito-in-italiano
 
   Home   Guida Regolamento Ricerca Accedi Registrati Python-it.org Doc Chat  
Apri il forum in una pagina a parte - È possibile fornire/richiedere supporto anche presso i canali IRC #python su Azzurra e #python.it su Freenode

Pagine: 1 [2] 3   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Scelta di un libro per Python  (Letto 1978 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
UbunTux 9.10
python neanderthalensis
****

Livello reputazione: 0
UbunTux 9.10 non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 275

Fatto con Blender..migliorerò...


Mostra profilo
« Risposta #15 inserito:: Febbraio 09, 2011, 20:11 »

Ah ok...
Bè comunque sono 36 €..
Registrato
Python-it.org forum
« Risposta #15 inserito:: Febbraio 09, 2011, 20:11 »

 Registrato
Il Googolino
python sapiens sapiens
******

Livello reputazione: 0
Il Googolino non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1985


Mostra profilo
« Risposta #16 inserito:: Febbraio 09, 2011, 20:12 »

Citazione
Bè 36,13 € mi sembra un prezzone....

Evitare di portare ad esempio libri più costosi, grazie.

Poi quello è pure in inglese no?
E ci sono le spese di spedizione..
Ovviamente è una battuta, vero?
Registrato

Ci vuole tutta una vita per capire che non è necessario capire tutto (禅)
Giornale di Sistema
python sapiens sapiens
******

Livello reputazione: 0
Giornale di Sistema non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2162


Mostra profilo WWW
« Risposta #17 inserito:: Febbraio 09, 2011, 20:37 »

Citazione
eheh,magari più in là,quando riuscirò a padroneggiare per benino il linguaggio,per ora credo di non avere la possibilità di qualcosa così approfondito e soprattutto con quel prezzone
Non esageriamo, dai... http://www.bookdepository.co.uk/book/9780596158064/Learning-Python
Considera che ho da acquistare i libri universitari del 2 semestre,prima di prendere un libro per una mia passione,il pocket va benissimo smile   e poi beh 36€ non è una cifra così esigua wink

Immagino che quando bisogna chiedere soldi già per altre mille cose, "anche" 36€ sono un prezzone, ma qui si entra nel tuo personale, perciò tranne il fatto che comprendo non aggiungo altro. smile

Ti volevo invece tranquillizzare, se mai ce ne fosse bisogno: il libro di Beri va benissimo per iniziare.

"Imparare Python" di Lutz resta indispensabile per approfondire quando uno sente di volerne sapere di più.
Per chi comprende bene o in modo almeno accettabile l'inglese la versione in lingua originale è d'obbligo, altrimenti la versione italiana è un buon ripiego.

Solo una cosa: procurati un bel boccettino di vinavi!l
Passerai più tempo ad incollar pagine che a leggerne!  sarcastic
« Ultima modifica: Febbraio 09, 2011, 20:39 da Giornale di Sistema » Registrato

Distillato di Python - da assaporare a piccoli sorsi
Giornale di Sistema - giornale di bordo dei miei viaggi nel mondo dei bit
UbunTux 9.10
python neanderthalensis
****

Livello reputazione: 0
UbunTux 9.10 non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 275

Fatto con Blender..migliorerò...


Mostra profilo
« Risposta #18 inserito:: Febbraio 09, 2011, 21:10 »

Citazione
Bè 36,13 € mi sembra un prezzone....

Evitare di portare ad esempio libri più costosi, grazie.

Poi quello è pure in inglese no?
E ci sono le spese di spedizione..
Ovviamente è una battuta, vero?

In che senso?

Comunque no
Registrato
Il Googolino
python sapiens sapiens
******

Livello reputazione: 0
Il Googolino non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1985


Mostra profilo
« Risposta #19 inserito:: Febbraio 09, 2011, 21:13 »

Non so, vieni a dire delle spese delle spedizioni che non ci sono, ti lamenti che è in inglese quando l'inglese è fondamentale nella programmazione (così come nel resto) e che 36€ è tanto...
Registrato

Ci vuole tutta una vita per capire che non è necessario capire tutto (禅)
riko
moderatore
python deus
*

Livello reputazione: 1
riko non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5960



Mostra profilo WWW
« Risposta #20 inserito:: Febbraio 09, 2011, 21:33 »

"Imparare Python" di Lutz resta indispensabile per approfondire quando uno sente di volerne sapere di più.

Ni. Per chi vuole saperne di piu' ci sono python in a nutshell e python cookbook.

Citazione
Per chi comprende bene o in modo almeno accettabile l'inglese la versione in lingua originale è d'obbligo, altrimenti la versione italiana è un buon ripiego.

Per chi non comprende in modo accettabile l'inglese l'unico suggerimento sensato e': sospendete lo studio di qualunque cosa e imparate l'inglese.
Senza non e' semplicemente possibile andare avanti, a meno di non intendere per informatica "fare il sito al salumiere con tecnologie vecchie di 10 anni". Cosa che ovviamente non e' informatica piu' di quanto lanciare una palla non sia fisica.

Brutto dirlo cosi', ma e' una cosa che prima la si affronta e meglio e'.
Registrato

karimone
python unicellularis
*

Livello reputazione: 0
karimone non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 28


Mostra profilo
« Risposta #21 inserito:: Febbraio 09, 2011, 21:35 »

Non so, vieni a dire delle spese delle spedizioni che non ci sono, ti lamenti che è in inglese quando l'inglese è fondamentale nella programmazione (così come nel resto) e che 36€ è tanto...

Quoto. Nell'ambiente informatico l'inglese è fondamentale.
Registrato
Giornale di Sistema
python sapiens sapiens
******

Livello reputazione: 0
Giornale di Sistema non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2162


Mostra profilo WWW
« Risposta #22 inserito:: Febbraio 09, 2011, 22:38 »

"Imparare Python" di Lutz resta indispensabile per approfondire quando uno sente di volerne sapere di più.

Ni. Per chi vuole saperne di piu' ci sono python in a nutshell e python cookbook.

Citazione
Per chi comprende bene o in modo almeno accettabile l'inglese la versione in lingua originale è d'obbligo, altrimenti la versione italiana è un buon ripiego.

Per chi non comprende in modo accettabile l'inglese l'unico suggerimento sensato e': sospendete lo studio di qualunque cosa e imparate l'inglese.
Senza non e' semplicemente possibile andare avanti, a meno di non intendere per informatica "fare il sito al salumiere con tecnologie vecchie di 10 anni". Cosa che ovviamente non e' informatica piu' di quanto lanciare una palla non sia fisica.

Brutto dirlo cosi', ma e' una cosa che prima la si affronta e meglio e'.

Mi stavo riferendo esclusivamente alla lettura del libro di Lutz come successivo a quello di Beri.
Anche perché dopo questi due in italiano non si trova altro, da cui ne viene naturale la considerazione dell'importanza dell'inglese... in attesa del cinese.  wink
« Ultima modifica: Febbraio 09, 2011, 22:41 da Giornale di Sistema » Registrato

Distillato di Python - da assaporare a piccoli sorsi
Giornale di Sistema - giornale di bordo dei miei viaggi nel mondo dei bit
S4i7aR
python unicellularis
*

Livello reputazione: 0
S4i7aR non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 17



Mostra profilo
« Risposta #23 inserito:: Marzo 10, 2011, 02:43 »

Primo post su questo utilissimo forum!!

Visto che anche io sono universitario vorrei spezzare una lancia in favore di UbunTux 9.10, se uno ha da pagare, l'università, i libri che spesso non costano poco, magari è pure fuori sede quindi ha l'affitto più le varie spese per vivere(mangiare le bollette ecc), oltretutto con i tempi che corrono trovare lavoro non è così semplice e ancora meno lo è se hai i corsi per tutto il giorno quindi direi che per me 36€ sono quasi la metà della spesa che mi faccio in un mese ovvero tanto sul bilancio. Perciò non fate tutti i sorpresi se qualcuno dice che è tanto!!Non tutti si ha le stesse possibilità.

In quanto all'Inglese effetivamente è meglio impararlo prima di imparare a programmare.

Inquanto ai libri direi che non è così fondamentali comprarli, io ho cominciato con Dive into Python di Mark Piligrim, l'ho stampato su carta con 4€ e qualcosa, direi che mi è parecchio utile ma non so se è effettivamente completo essendo del 2003 (penso che python 2.6 non ci fosse ancora)per questo chiedo consiglio ai guru del forum. Ad ogni modo integro il libro con vari tutorial che puoi reperire su Youtube e con The Python Tutorial di  Guido van Rossum.

Perciò credo che non sia così necessario spendere 36€ quando esiste internet che è la fonte più grande di informazione!!

Registrato

Linux user number #446022
Ubuntu User number is #32680
Ikitt
moderatore
python erectus
*

Livello reputazione: 0
Ikitt non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 162


import this


Mostra profilo
« Risposta #24 inserito:: Marzo 10, 2011, 08:53 »

Perciò credo che non sia così necessario spendere 36€ quando esiste internet che è la fonte più grande di informazione!!
Senza entrare nella questione del prezzo, personalmente non sono mai riuscito a sopperire alla profondita` e alla sistematicita` che da un buon libro. Certo, ci sono tanti pessimi libri, e certo, ci sono buoni tutorial e ottimi reference (ma non sempre) sopratutto su tecnologie recenti. Altrettanto ovviamente, se uno affronta tecnologie sufficientemente di nicchia, la doc online (o le ML o piu` spesso ancora i sorgenti) sono spesso l'unica fonte.
Ma per come la vedo io, con solo la doc online piu` lontano di un tot non si riesce ad andare. Ancora, per fare il salto di qualita` spesso ci vuole un altro tipo di documentazione.
Registrato

If the implementation is hard to explain, it's a bad idea.
If the implementation is easy to explain, it may be a good idea.
Giornale di Sistema
python sapiens sapiens
******

Livello reputazione: 0
Giornale di Sistema non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2162


Mostra profilo WWW
« Risposta #25 inserito:: Marzo 10, 2011, 08:53 »

Primo post su questo utilissimo forum!!

Allora non puoi non passare da qui: http://www.python-it.org/forum/index.php?topic=2592.0   smile

Inquanto ai libri direi che non è così fondamentali comprarli, io ho cominciato con Dive into Python di Mark Piligrim, l'ho stampato su carta con 4€ e qualcosa, direi che mi è parecchio utile ma non so se è effettivamente completo essendo del 2003 (penso che python 2.6 non ci fosse ancora)per questo chiedo consiglio ai guru del forum. Ad ogni modo integro il libro con vari tutorial che puoi reperire su Youtube e con The Python Tutorial di  Guido van Rossum.

Perciò credo che non sia così necessario spendere 36€ quando esiste internet che è la fonte più grande di informazione!!

Non condivido del tutto perché a mio avviso stai mettendo insieme 2 cose diverse tra loro: "non usare un libro" con il "non comprare un libro".

Non comprare un libro a volte è effettivamente possibile.
L'autore magari lo rende liberamente disponibile, oppure ce lo prestano, magari in un biblioteca.

Ma non comprarlo perché tanto c'è Internet è una scelta, sempre a mio avviso, inopportuna per un principiante e della programmazione e di Python.

L'apprendimento è troppo frammentato, si perde tempo andando alla cieca senza sapere se abbiamo difficoltà a capire perché l'argomento è complicato in se, o perché ci mancano le basi fornite da altri argomenti che ancora non sappiamo neanche esistono. Si procede alla giornata, manca quella visione d'insieme che l'autore di un libro, a meno che non scriva da cani e non soffra della "maledizione della conoscenza", mette invece a disposizione nel suo libro.

In esso gli argomenti sono disposti lungo un percorso logico d'apprendimento che ne rende la lettura facile e conseguenziale, introducendo prima un argomento, riprendendolo poi più avanti, approfondendolo ancora se serve in un ulteriore passaggio.
Tutto questo massimizza l'efficacia dell'apprendimento, si impara ciò che serve nel modo migliore, rapidamente, e senza perdersi in rivoli e rivoletti o affrontando argomenti anzitempo.
Ne si perdono argomenti.

Ho iniziato anch'io con guide e tutorial vari, poi ho comprato il Lutz: non c'è paragone, provare per credere.  wink

Per chiudere: "Dive into Python" di Mark Piligrim è stato aggiornato alla versione 3 di Python, lo trovi sia in inglese sia tradotto in italiano.

Edit: oltre a pensarla allo stesso modo di Ikitt, anche lo stesso orario!  ahahah
« Ultima modifica: Marzo 10, 2011, 09:17 da Giornale di Sistema » Registrato

Distillato di Python - da assaporare a piccoli sorsi
Giornale di Sistema - giornale di bordo dei miei viaggi nel mondo dei bit
S4i7aR
python unicellularis
*

Livello reputazione: 0
S4i7aR non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 17



Mostra profilo
« Risposta #26 inserito:: Marzo 10, 2011, 12:21 »

Beh ma lo stesso libro che ha scritto Guido van Rossum mi sembra un buon libro e cmq è reperibile su internet, dive into python è un libro. Ad ogni modo sono d'accordissimo che un libro è necessario per apprendere tutto nel migliore dei modi però credo che per cominciare si possa fare anche in altro modo.

Seguendo una delle guide sopra citate sicuramente avrai uno schema ben preciso.


Per quanto riguarda dive into python3 l'ho visto ma preferisco imparare il 2.6 perchè c'è molto più materiale e molte più librerie..
Registrato

Linux user number #446022
Ubuntu User number is #32680
Giornale di Sistema
python sapiens sapiens
******

Livello reputazione: 0
Giornale di Sistema non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2162


Mostra profilo WWW
« Risposta #27 inserito:: Marzo 10, 2011, 12:57 »

Beh ma lo stesso libro che ha scritto Guido van Rossum mi sembra un buon libro e cmq è reperibile su internet, dive into python è un libro. Ad ogni modo sono d'accordissimo che un libro è necessario per apprendere tutto nel migliore dei modi però credo che per cominciare si possa fare anche in altro modo.

Seguendo una delle guide sopra citate sicuramente avrai uno schema ben preciso.

Quello di Guido è opportunamente indicato come un tutorial, Dive Into Python lo è nei fatti: pone il problema, spara la soluzione, la commenta.
Manca la discorsività di un libro che crea un contesto più ampio in cui il principiante può imparare senza dannarsi l'anima.
Ed infatti è per programmatori esperti.

Assolutamente d'accordo, si può iniziare in un modo qualunque, ma potendo permetterselo meglio iniziare nel migliore possibile.

Per quanto riguarda dive into python3 l'ho visto ma preferisco imparare il 2.6 perchè c'è molto più materiale e molte più librerie..

Condivido.
Magari hai già visto e ha un target diverso di "Dive into Python", però è più aggiornato: http://greenteapress.com/thinkpython/html/index.html
Registrato

Distillato di Python - da assaporare a piccoli sorsi
Giornale di Sistema - giornale di bordo dei miei viaggi nel mondo dei bit
Beppe
python sapiens
*****

Livello reputazione: 0
Beppe non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 671


Mostra profilo
« Risposta #28 inserito:: Marzo 10, 2011, 13:14 »

"Imparare Python" di Lutz resta indispensabile per approfondire quando uno sente di volerne sapere di più.

Ni. Per chi vuole saperne di piu' ci sono python in a nutshell e python cookbook.

Citazione
Per chi comprende bene o in modo almeno accettabile l'inglese la versione in lingua originale è d'obbligo, altrimenti la versione italiana è un buon ripiego.

Per chi non comprende in modo accettabile l'inglese l'unico suggerimento sensato e': sospendete lo studio di qualunque cosa e imparate l'inglese.
Senza non e' semplicemente possibile andare avanti, a meno di non intendere per informatica "fare il sito al salumiere con tecnologie vecchie di 10 anni". Cosa che ovviamente non e' informatica piu' di quanto lanciare una palla non sia fisica.

Brutto dirlo cosi', ma e' una cosa che prima la si affronta e meglio e'.

straquoto ed anzi il Ni lo trasformerei in un No.
Aggiungo che la parte dedicata alle classi è veramente fatta male.
« Ultima modifica: Marzo 10, 2011, 13:17 da Beppe » Registrato

Cosa sono i flow chart?
Uno strumento perverso che si usa per insegnare la programmazione,
che esime chi insegna dal saper programmare ed esime chi impara
dal programmare.
by riko
S4i7aR
python unicellularis
*

Livello reputazione: 0
S4i7aR non ha alcuna influenza
Scollegato Scollegato

Messaggi: 17



Mostra profilo
« Risposta #29 inserito:: Marzo 10, 2011, 13:23 »

Condivido.
Magari hai già visto e ha un target diverso di "Dive into Python", però è più aggiornato: http://greenteapress.com/thinkpython/html/index.html

Avevo letto qualcosa in merito ma non l'ho mai guardato, ormai dive into python l'ho finito quindi proverò a leggere anche quello, palestra per l'inglese e soprattutto per Python!!
Registrato

Linux user number #446022
Ubuntu User number is #32680
Python-it.org forum
   

 Registrato
Pagine: 1 [2] 3   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.18 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!